Menu Reiki Reiki Rimini logo Corsi e Seminari

Perle di Saggezza.

In questa sezione vengono trattate domande comuni e relative risposte. (by Patrik)

Perle di Saggezza

Domanda: MI CAPITA SPESSO CHE DOPO AVER FATTO UN TRATTAMENTO HO UN LIEVE DOLORE DI TESTA. E' NORMALE?

Risposta: Nella mia esperienza, mi capitava agli inizi abbastanza spesso, poi con la pratica ora non mi succede quasi più. Penso nel mio caso fosse la crisi di adattamento del mio corpo che era investito da tutta l'energia che transitava verso la persona trattata. Ho tratto beneficio, alla fine del trattamento, nel lavarmi le mani e la faccia con acqua fresca.

Perle di saggezzaPerle di saggezzaPerle di saggezza

Domanda: QUANDO ORGANIZZO CORSI DI REIKI POSSO INTRATTENERE RAPPORTI DI AMICIZIA CON ALLIEVI?

Risposta: Se il rapporto è preesistente sicuramente si, in altri casi occorre valutare di volta in volta. Ci sono vari motivi che sconsigliano tale pratica. Il maestro prima di tutto ha una sua vita privata, e deve essere preservata, non si può dedicare tutto il proprio tempo agli altri, poi non se ne ha più per migliorare e per se stessi. Poi in alcuni casi si creano stati di dipendenza che occorre evitare per il bene, in primis dell'allievo.

Come dicono gli sciamani "occorre rendersi irraggiungibili".

Altra connotazione assume l'intrattenere rapporti di amicizia fra sessi diversi, cosa ancor più pericolosa, per le derive di natura "amorosa" o "infatuativa" che potrebbero sorgere. Siate sempre professionali, tenete sempre separata la vostra vita privata dagli altri ambiti.

 

Perle di saggezzaPerle di saggezzaPerle di saggezza

 

Domanda: QUANTO DEVO FAR PAGARE UN TRATTAMENTO REIKI?

Risposta: Non è il trattamento reiki che si paga, il reiki non è nostro, è di tutti ed è gratuito. Quello che si paga è il tempo e l'impegno che il reikista ha speso per imparare e migliorare. Purtroppo siamo in una società in cui anche l'aria ha un costo, ognuno di noi deve impiegare il suo tempo anche per procurarsi i mezzi per sopravvivere. Facendo reiki non si diventa ricchi (come mi ha detto anche il mio maestro) ma bisogna pur vivere. E i migliori reikisti non fanno nient'altro, è il prezzo dell'impegno a tempo pieno che da anche i risultati migliori.

Altra cosa da tenere in considerazione è che quello che è gratis, è opinione comune che non funziona e non vale niente, mentre quello che è molto costoso è il meglio.

Siate equilibrati, la virtù è nel mezzo, non gratis e non un prezzo esorbitante. (il prezzo medio a gennaio 2011 a Rimini è di 30-40Euro per un trattamento completo, ma ognuno in base alle proprie idee può chiedere qualsiasi cifra).

 

Perle di saggezzaPerle di saggezzaPerle di saggezza

 

Domanda: GLI HO FATTO UN TRATTAMENTO MA NON HA SENTITO NIENTE!! PERCHE'?

Risposta: Ogni persona ha una sensibilità diversa. Prima di tutto quando fate un trattamento non aspettatevi nulla, ci sono delle persone più sensibili all'energia dei reiki, ma ci sono anche quelle che non lo sono affatto.

Questo non significa che il trattamento o voi non avete funzionato. L'unico vostro proposito deve essere quello di impegnarvi al massimo ovvero mettervi nelle condizioni ottimali per fare il trattamento. Poi il trattamento funzionerà.

Non aspettatevi mai riconoscenza per il vostro operato, la riconoscenza non è una dote umana. Quindi fate i trattamenti per fare del bene e non aspettatevi nulla.

 

Perle di saggezzaPerle di saggezzaPerle di saggezza

 

Domanda: IL REIKI FUNZIONA! COME POSSO RENDERE PARTECIPI GLI ALTRI?

Risposta: Avete ricevuto il Primo Livello Reiki: la vostra vita sta cambiando, così come la vostra sensibilità e la percezione della vostra capacità. Vi accorgete che il Reiki funziona e provate il desiderio di condividerlo con i vostri amici e conoscenti.

In nessun caso fate opera di proselitismo, non tutti sono pronti per evolversi. Ognuno ha i suoi tempi e noi non dobbiamo forzarli. Ci sarà qualcuno che spontaneamente vorrà provare, bene, negli altri casi non intervenite e fatevi gli affari vostri. Non mettetevi mai in mostra, molti si irriterebbero e vi prenderebbero in giro. I vostri interessi possono anche non interessare gli altri. Immaginatevi se un vostro amico insistesse per portarvi allo stadio ad una partita dell'Inter!! Voi vi irritereste (penso, a meno che non siate anche interisti oltre che reikisti). Certo, la tolleranza vuole che ci possa essere uno scambio di punti di vista, con rispetto.

Una cura particolare dovrete averla con il vostro partner che nel caso non condivida questo vostro cammino, vedrà un cambiamento nel vostro modo di fare e di pensare e ne potrebbe essere spaventato. Spiegate i vostri bisogni e il vostro cammino spirituale.

E' proprio nella vita di tutti i giorni che dovete dare prova della vostra serietà e determinazione nel percorrere il cammino spirituale. Invece di tentare di modificare gli altri, utilizzate le vostre conoscenze e le vostre capacità per trarre spunti di crescita proprio dai problemi personali. Questo percorso durerà molto a lungo, probabilmente una sola vita non basterà per portarlo a termine, avete la possibilità di cambiare, in meglio, non sprecatela.

Inizio Pagina