Menu Reiki Reiki Rimini logo Corsi e Seminari

Sciamanismo Hawaiano

Breve riassunto dei 7 principi dello scimaniscmo hawaiano (Huna) a cura di Valentina Cossaro

lo sciamanismo hawaiano si differenzia principalmente dallo sciamanismo tolteco di Castaneda per il diverso approccio alla guarigione.
Gli sciamani sono tutti guaritori, uomini-donne midicina ma lo sciamano huna segue la "via dell'avventura" mentro lo sciamano descritto da Castaneda segue la via "del guerriero". Lo sciamano "guerriero" tende a personificare la malattia, la paura, la disarmonia e qualunque altro problema fisico o spirituale di una persona, in modo da avere il controllo totale su queste problematiche attraverso la concentrazione, l'utilizzo di tecniche di combattimento e controllo personale creando così una barriera psichica, spirituale in grado di proteggere da energie negative. lo sciamano che segue la via dell'avventura non si pone davanti ai disagi e malattie con la forza ma bensì con l'amore e la comprensione, armonizzando tutto ciò che lo circonda cosicchè tutto venga avvolto da un velo di energia positiva in grado di far fronte a qualsiasi problematica. Sono approcci diversi ma con lo stesso fine.

Come altre forme di pensiero anche lo sciamanismo hawaiano crede alla potenza della mente e dei suoi effetti sull'universo. Subconscio, conscio e suprconscio sono collegati tra loro e in hawaiano sono chiamati rispettivamente cuore (ku), mente (lono) e spirito (kane). Non rispecchiano interamente lo stesso significato occidentale ma sono molto simili. Grazie a ku-cuore siamo in grado di memorizzare per cui di imparare, di ricordare tutto ciò che serve per vivere giorno per giorno. La memoria viene conservata nel corpo sotto forma di vibrazione o modello di movimento. La memoria genetica è conservata nelle cellule, è quella che riceviamo in eredità dai nostri antenati. La memoria acquisita viene invece custodita a livello muscolare ed è una conseguenza dell'apprendimento delle nuove esperienze che si sommano durante l'esistenza. Quando nasciamo Il nostro corpo conosce solo la memoria genetica ecco spiegate le malattie ereditarie. Senza l'aiuto della memoria acquisita si ricadrebbe sempre negli stessi meccanismi emozionali e fisici che portano inevitabilmente verso la malattia. Questo quando non si impara dai propri errori ed esperienze. Fortunatamente il nostro ku-cuore ci stimola ad usare in modo sinergico entrambe le memorie in modo che di fronte ad un disagio fisico o mentale dapprima la memoria genetica valuta il problema e propone la soluzione poi la memoria acquisita stabilisce se è quella giusta ed eventualmente attua una variazione. Per cui anche in presenza di gravi malattie ereditarie in famiglia grazie alla memoria acquisita possiamo modificare il nostro pensiero, usando la "vista" dello sciamano-guaritore, cambiando punto di vista e di conseguenza agire diversamente, combattendo la malattia o evitandola adirittura. Il ku-cuore non memorizza solo emozioni negative, disagi e malattie ma anche emozioni positive, situazioni che danno felicità e gioia. Il nostro ku-cuore mal sopporta la sofferenza che è poi la causa delle malattie e dei disagi emozionali, solo in alcuni casi è disposto a soffrire ad esempio quando vogliamo ottenere a tutti i costi qualcosa di importante: vogliamo vincere una maratona? Allora ci impegnano fisicamente mettendo a dura prova il nostro corpo arrivando al limite. Dobbiamo superare un test o un esame? Ecco che ci impegnamo al massimo per ottenere il miglior risultato possibile. Tutto questo lo vogliamo, lo desideriamo non lo consideriamo una vera sofferenza anche se lo è a livello fisico per la maratona ed a livello emozionale per l'esame. La senzazione che è lo strumento principale usato dal ku-cuore, è la marcia in più, la motivazione che ci spinge oltre la sofferenza, quello che si prova a vincere una gara o a superare un'esame ci provoca senzazioni meravigliose che ci fanno dimenticare la sofferenza.

Il lono-mente è la nostra parte consapevole delle informazioni, pensieri, ricordi, intuizioni, idee oltre alle capacità sensoriali che abbiamo. Ha la facoltà di decidere, essendo in grado di vedere ed interpretare grazie all'intuito e al presentimento. Sa dove concentrare la propri attenzione di fronte a più situazioni che si verificano contemporaneamente, deve scegliere valutando cos'è prioritario. Decide cos'è importante e quello che non lo è, spostando l'attenzione sulla decisione presa. In linea di massima le decisioni che prende sono dettate dalla senzazione che la memoria stimola in quel momento: dolore, gioia, piacere, noia, entusiasmo ecc.

Il kane-spirito puo essere chiamato anche anima o superanima, la sua funzione principale e la creatività. Il lono-mente crea un modello decidendo che qualcosa è vero,il ku-cuore memorizza il modello tramite il quale manifesta, dimostra l'esperienza acquisita e contemporaneamente kane-spirito fornisce attraverso la creatività l'ispirazione per migliorare il modello originario in modo che ci sia una continua evoluzione di corpo-mente-spirito per ottenere l'armonia. Kane-spirito per raggiungere l'armonia utilizza l'energia, l'universo è fatto di energia e con essa si trasformano i sogni della vita. Lono-mente decide dove porre l'attenzione e inviare l'energia e ku-cuore attraverso le sensazioni ci fa vivere le esperienze dei suoi effetti! Corpo-mente-spirito un tutt'uno in sinergia.

Breve riassunto dei 7 principi dello scimaniscmo hawaiano (Huna) a cura di Valentina Cossaro Breve riassunto dei 7 principi dello scimaniscmo hawaiano (Huna) a cura di Valentina Cossaro

Il primo principio dello scimaniscmo hawaiano: IL MONDO E' COME PENSI CHE SIA.

Si sa che i pensieri di paura, rabbia risentimento ci possono portare alla malattia, toglierci forza ed efficienza. I pensieri di fiducia, vitalità, amore al contrario ci fanno stare bene e potenziano le nostre attività. I pensieri attraggono il loro equivalente. Si dice anche che la nostra esperienza è determinata dalla nostra fede, da quello in cui crediamo. Il potere del pensiero attraverso la preghiera , la convinzione, la fede per cambiare eventi e guarire da malattie. Secondo gli sciamani la vita è un sogno che proiettiamo nell'esistenza, la vita è un'illusione ma i sogni sono reali con tutte le conseguenze, variando il sogno cambia la realtà. Da qui il mondo è come pensi che sia è come noi lo desideriamo, come lo immaginiamo se non ci sta bene spetta a noi modificarlo attraverso il nostro pensiero.

Il sistema huna è un'insieme di sette principi stabiliti molto tempo fa da saggi guaritori che riunitisi per scambiarsi le rispettive esperienze di vita e guarigione, decisero di metterle a disposizione insegnadole come se fossero un arte per essere in seguito tramandate. Naturalmete i sette principi sono una loro interpretazione dell'esperienza acquisita nel tempo, non necessariamente quest'arte devess'ere condivisa da tutti, perché non è una verità assoluta è un'arte inventata come tante altre metodologie, la cosa importante è che funzioni.

Durante il nostro cammino cerchiamo in continuazione risposte per poterci evolvere. Spesso rivolgiamo le nostre domande all'esterno, agli altri e nella maggior parte dei casi le risposte non ci piacciono, ci deludono perché sono frutto di esperienze altrui, non nostre per cui non adatte. Le risposte sono dentro di noi, dobbiamo solo avere la pazienza di cercare, chiedere ed accogliere con il nostro sentire.

Il secondo principio dello scimaniscmo hawaiano: NON CI SONO LIMITI.

L'universo è infinito, per gli sciamani è come una ragnatela ed ogni punto è collegato ad un altro, tutto è connesso. L'intreccio della tela rappresenta il sogno della vita e dato che tutto è collegato ogni punto ne influenza un altro, anche a distanza, in questo modo gli sciamani effettuano le guarigioni. Tutto è possibile, basta crederci! Gesù compiva miracoli ma in presenza di persone incredule e diffidenti, anche lui aveva difficolà a dimostrarlo a causa dell'energia che si creava intorno a lui, non era possibile che il figlio di un falegname potesse avere un tale potere! Se invece credi, tutto s'avvera, tutto accade anche il figlio di un falegname può fare un miracolo!

Il terzo principio dello scimaniscmo hawaiano: L'ENERGIA FLUISCE DOVA VA L'INTENZIONE.

Meditazione e ipnosi sono un'ottima tecnica per ottenere cio che si desidera concentrando la propria attenzione. Meditare significa pensare continuamente e profondamente un qualcosa. Si medita in qualsiasi momento si impegni la propria attenzione su un oggetto. In questo modo si indirizza l'energia dell'universo verso uno scopo, un desiderio, potendo così manifestare a livello fisico ciò per cui ci si è concentrati. Quando Lono/mente medita anche Ku/cuore lo fa e qualcosa di magico può accadere! L'ipnosi è una tecnica molto simile alla meditazione, la quale è più spirituale, l'ipnosi è più pratica. Viene utilizzata principalmente per smettere di fumare, per dimagrire ecc. In entrambi i casi si concentra la propria attenzione su qualcosa di specifico cambia solo l'oggetto. L'ATTENZIONE VA DOVE FLUISCE L'ENERGIA. Veniamo attirati da tutto ciò che emana una forte energia: un forte rumore, una luce splendente, qualsiasi cosa stimoli i nostri sensi (udito, vista,tatto,olfatto,gusto). Persone, luoghi, oggetti. Ci sono persone che hanno un'intesa emotività, la cui aura è forte a tal punto da "attrarre" la attenzione altrui. (Guide, maestri, capi di stato, attori) Così come le zone a forte rischio tellurico sono le più abitate perché emanano una forte energia che attrae! I cosidetti luoghi sacri sono carichi di energia ma un qualsiasi luogo puo diventare improvvisamente carico di energia se un numero di persone vi si reca, perché tutto è energia, ogni cosa, ogni persona e più persone insieme possono trasformare un luogo passivo in un luogo energeticamente attivo!

Il quarto principio dello scimaniscmo hawaiano: ADESSO E' IL MOMENTO DEL POTERE.

Lo sciamano huna afferma che il passato non condiziona l'uomo che è oggi, nel qui ed ora. Come invece in India si crede nel Karma o altre filosofie occidentali credono a colpa-merito. Per lo sciamano sono le azioni e decisioni del momento che determinano il Karma presente. grazie alla memoria portiamo con noi abitudini e convinzioni a livello spirituale e corporale che si possono però cambiare in qualsiasi momento. Appena cambiano i nostri pensieri cambiamo noi stessi in questo momento. Adesso è il momento del potere. Bisogna vivere l'adesso, il presente! Molte persone sono proiettate verso il futuro, pensano a quello che faranno….altre vivono nel ricordo del passato, nel com'era un tempo…..Il potere aumenta con l'attenzione nel presente non nel passato o nel futuro, L'energia affluisce dove va l'attenzione quindi su quello che si sta sognando ora!

Il quinto principio dello scimaniscmo hawaiano: AMARE E' ESSERE FELICI CON…

Aloha significa letterlamente condividere con/ essere con, per cui amare è essere felici con. Tutto ciò che ci rende felici arriva dall'amore, tutto quello che ci rende infelici viene dalla paura, dalla rabbia. Vivere continuamente con la paura di non riuscire, la paura che ci possa accadere qualcosa, che ci possiamo ammalare o di morire non fa altro che aumentare il disagio di vivere e la conseguente infelicità. Smettere di criticare se stessi e gli altri è un buon inizio per iniziare ad amare veramente! La critica verso se stessi fa aumentare il rischio di malattie e incidenti. Amare se stessi invece porta al rilassamento e alla salute. La critica non porta a migliorare anzi aumenta la profondità del problema. Se critichiamo qualcuno e costui migliora non è grazie alla nostra critica ma grazie al suo "potere", al suo intento, alla suo scopo. Le critiche che noi facciamo ricadono negativamente su di noi come Karma presente. Se invece critichiamo qualcuno che ha paura, che energeticamente è fragile allora aumentiamo il disagio e gli provochiamo qualcosa di spiacevole! Questo non è amare! Amare è anche lodare una persona, lodando si aumenta l'autostima con conseguente miglioramente fisico, spirituale ed emotivo.

Il sesto principio dello scimaniscmo hawaiano: IL POTERE VIENE DA DENTRO.

Secondo alcune filosofie il potere ci è dato dall'esterno. Per huna il potere è dentro di noi. Se l'universo è infinito e tutto è energia, ogni singolo punto è energia quindi anche l'essere umano è fonte di energia. Solo noi possiamo renderci felici! Non c'è medico, non c'e santo, non esite incantesimo o magia che possa fare la nostra felicità! Tutto è dentro di noi, dobbiamo solo trovare il modo per tirarlo fuori, utilizzando le svariate tecniche esistenti. Non sono le tecniche a farci felici sono solo un mezzo!!! Scegliamo la famiglia, il luogo dove nascere, gli incidenti, le malattie. Anche i bambini non sono immuni dal scegliere il proprio percorso esperienziale, passando attraverso gravi malattie, malformazioni o morte prematura. Vuoi per sfida, per provare cosa significa, per insegnare… In questi casi secondo me il Karma non è solo presente ma un briciolo di memoria o Karma ce lo portiamo con noi….. Anche le vittime di abusi hanno in loro qualcosa che partecipa al verificarsi dell'evento, probabilmente è una prova, un disagio che devono affrontare per evolversi! Bisogna imparare ad essere autorevoli che significa creare con sicurezza. In ogni momento è possibile cambiare la propria vita, il proprio percorso per cui facciamolo con autorità, avendo fiducia in noi, indirizzando in modo consapevole l'energia perche il risultato sono i pensieri che nascono e le parole che escono.

Il settimo principio dello scimaniscmo hawaiano: L'EFFICACIA - LA MISURA DELLA VERITA'.

I metodi determinano il fine. Metodi amorevoli portano sempre verso il positivo. La violenza porterà alla violenza, la rabbia ad altra rabbia e così via. Ogni problema ha più di una soluzione, non ci si può fermare ed ostinare a risolverlo in un solo modo se questo non porta alla soluzione. Si dovrà valutare un altro sistema, un altro approccio. Un esempio è la differenza tra la medicina occidentale che cura la "malattia" e l'omeopatia che cura la persona. Non si è tutti uguali ed ognuno di noi reagisce in modo diverso si deve trovare quello giusto. Non è il fine che giustifica i mezzi!!

Questi sono i sette principi che possono cambiare l'esitenza di una persona, si puo essere o non essere d'accordo. Dipende da quello che ognuno di noi vuole o cerca in questa vita, qui ed ora. Non ha importanza cosa uno decida di seguire, l'energia è ovunque in qualsiasi disciplina, dalla floriterapia, aromaterapia, reiki, aura-soma, alla cistalloterapia ecc. veniamo attratti da filosofie e credenze diverse, dove c'è risonanza con quello che c'è dentro di noi. L'importante è "aprire" gli occhi a quello che incontriamo lungo il cammino, tenendo gli occhi chiusi non può esserci cambiamento e di conseguenza non ci sarà evoluzione. Abbiamo una memoria sia mentale che fisica e da bambini veniamo educati dai nostri genitori e dalla società ma entrambi ci trasmettono quello che loro credono e quello che loro sono e ci limitano, ci impediscono di esternare il nostro "essere". Grazie alle diverse metodologie menzionate abbiamo la possibilità di essere quello che dovremmo essere! Siamo parte dell'universo e come tali abbiamo un nostro ruolo, un nostro posto e un dovere da compiere, non possiamo permettere a nessuno che ci venga impedito. Se un genitore, un amico o altra persona non vuole evolvere rimanendo "fermo" in vecchie convinzioni e principi non possiamo permettere che fermi anche noi. Cambiando, evolvendo, senza più paura, diamo la possibilità anche a loro si seguirci e quando mente e cuore lavorano in sinergia qualcosa di magico puo accadere!! Tutto è possibile, basta crederci!!

 

 

Inizio Pagina